L’Italfondo cambia pelle. Ruffini: Paltrinieri? Sarà un quadriennio di studio, per lui e per noi

Il commento di Swimbiz: A Swimbiz.it le impressioni di Stefano Rubaudo e Simone Ruffini dopo il test con le mute. E un commento sul prossimo fondista Gregorio Paltrinieri.

Da sx, Rachele Bruni, Arianna Bridi e Alice Franco

Test in vasca, come una monoposto di Formula 1. L’Italfondo prova le mute in neoprene, la vestibilità che sarà progressivamente limata, il galleggiamento “In vasca qualcosa guadagnerebbero” dichiara a Swimbiz.it Stefano Rubaudo. “Con queste quasi potrei battere Paltrinierischerza il campione mondiale Simone Ruffini, che per quest’anno guarda alle gare stagionali come tappe per i Mondiali di Budapest. Al di là delle battute, lo spettro dei costumoni aleggia sempre “Indubbiamente, anche in questo caso sarebbero favoriti atleti grossi e forti fisicamente. Ma la Storia serve a imparare dagli errori “La muta si potrà usare solo sotto i 20°C e fortunatamente le gare di circuito a queste temperature sono poche – e sia l’azzurro, sia il Team Manager dell’Italfondo sono realisti nel concordare che, man mano che il fondo diventa sempre più mediatico, codificato e ‘professionistico’ – è normale e giusto che si pensi alla sicurezza degli atleti”.

 

Gregorio Paltrinieri, olimpionico nei 1500 stile (Getty)

Ruffini, Federico Vanelli, Rachele Bruni, Arianna Bridi, Alice Franco e tutti gli altri potrebbero trovare come compagno di specialità Gregorio Paltrinieri(leggi qui). La pressione mediatica, attorno alla sua scelta, è forte “Per questo, il mio primo consiglio è di non prendere sottogamba il passaggio da vasca a mare. Non sarà facile”. Spesso viene citato Oussama Mellouli, campione olimpico in entrambe le discipline “Ma a Londra  fu inaspettato. Già a Barcellona, l’anno dopo, faticò a vincere con i riflettori addosso”. Ma l’Italfondo è pronta ad accogliere Gregorio “Siamo un ambiente a parte da tutti gli altri, molto tranquillo. C’è competizione solo in gara, mai fuori - Eilat e le Universiadi - sono buone gare per iniziare, già importanti. Greg potrà far bene e gli serviranno per ambientarsi e capire se si troverà a suo agio. E spero che così sarà. Sarà un quadriennio Di studio, perché neanche noi sottovaluteremo lui, dopo quello che ha fatto vedere in vasca”.

moscarella@swimbiz.it