A Livorno si assegnano i primi titoli per gli assoluti di salvamento

 Partiti oggi a Livorno gli assoluti di salvamento, manifestazione da cui dovrebbero uscire i partecipanti per i prossimi Campionati Mondiali che, in autunno, si svolgeranno ad Adelaide. Dieci le gare disputate oggi, cinque al maschile e cinque al femminile.
In campo maschile i 200 metri con ostacoli vengono vinti da Niccolò Maschi, della Fondazione Bentegodi, che chiude il percorso in 1'58"54, davanti a Francesco Giordano, atleta Fiamme Oro (1'58"95) ed al portacolori dell'Aurelia Unicusano Gianmarco Baldassarre, terzo in 1'59"02. Nel trasporto con manichino è Stefano Costamagna (29"61) a battere sul tempo Federico Pinotti (29"82) e Giovanni Legnani (29"94). Ultimo trofeo maschile assegnato oggi quello del manichino con pinne e torpedo, che ha visto imporsi Matteo Montesi davanti a Simone Procaccia e Stedano Costamagna. Nelle prove femminili i 200 metri con ostacoli vengono vinti da Erica Buratto, del team Lombardia (2'09"91), davanti a Silvia Meschiari e Elisa Borsari. Nel trasporto con manichino è Chiara Pidello a superare Elena Tetta ed Erica Buratto, mentre Isabella Cerquozzi dell'Aurelia Unicusano vince il tricolore nel manichino con pinne e torpedo (1'01"39), battendo la giovane Laura Pranzo (1'01"53)  del centro nuoto Nichelino e Federica Ferraguti della Nuotatori Modenesi (1'02"40). 
Nel pomeriggio invece spazio alle staffette, con le prove ad ostacoli e quella mista. In campo maschile la staffetta con ostacoli è stata vinta dal gruppo della Fondazione Bentegodi, mentre quella mista ha visto imporsi l'Acquasport Rane Rosse.  Tra le donne invece le ragazze della Sa-fa 2000 Torino vincono la prova ad ostacoli, mentre la staffetta mista, come tra i maschi, va all'acquasprt Rane Rosse.
pizzi@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram