Antonello Cano, il cittì dei record

Copyright foto: swimbiz

Un record il salvamento azzurro lo ha già stabilito, ancor prima di partire per il prossimo(7-11 novembre) Rescue 2012, ovverossia il mondiale di salvamento in Australia, ad Adelaide. E' il record di lunghezza del mandato del suo cittì Antonello Cano , che siede sulla panchina azzurra ininterrottamente da trentadue anni, esattamente dal 1980. Un record assoluto anche se confrontato con gli altri sport, ma supportato da un livello altissimo di risultati. Ad oggi l'Italia di Cano , oltre a  essere nazione laeder in Europa, si può dire domini a livello mondiale la piscina, con continui record del mondo dei nostri, e forse se si deve trovare un punto di debolezza quello riguarda le gare a mare. Poco male ,il prossimo Rescue 2012 sta tutto nell'attesa , e non potrebbe essere altrimenti, dei risultati. E lui, il coach da lungo chilometraggio? "contano i risultati, per me questo mondiale sarà una ulteriore sfida" sottolinea il ct " ho ricevuto molto e ho dato tanto alla Fin, questo record mi da gioia e soddisfazione, e per il futuro vedremo". In effetti squadra che vince non si cambia, e la talent di Swimbiz, Monica Muntoni, ex azzurra, sottolinea "Ci si aspetta grandi cose dalla Nazionale che fra poco vedremo ad Adelaide, vista l'ottima stagione conclusasi questa estate, eccezione fatta per Assoluti estivi (almeno per alcuni atleti) dove si è verificato un piccolo calo di forma, probabilmente dovuto ad un allenamento mirato al grande evento.
La speranza è che si possano ripetere e migliorare i successi dello scorso Mondiale ad Alessandria D'Egitto dove la nostra Nazionale ha dominato le gare in piscina. Sarebbe importante riuscire a fare un passo avanti anche nelle gare al mare, dove senza dubbio miglioramenti negli ultimi anni ci sono stati, ma non sufficienti a guadagnarsi un gradino sul podio comunque alla loro portata.
Il gruppo, con gli inserimenti di Stefano Costamagna e Laura Pranzo garantisce una copertura di tutte le gare ad ottimi livelli. Peccato non vedere Erica Buratto, indisponibile per problemi di salute ma la sostituta Isabella Cerquozzi, una veterana della Nazionale, è comunque una garanzia.
Non mi resta che fare un grande in bocca al lupo a tutti gli atleti e ai tecnici per questa nuova avventura"
 
 
zicche@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram