Campionato Mondiale di nuoto pinnato di fondo: sette medaglie per la nazionale italiana.

Copyright foto: Fipsas.it

La nazionale Italiana di Nuoto Pinnato sbanca la roulette del Mondiale di Nuoto Pinnato di Fondo che si è svolta a Santa Marta in Colombia con un bottino finale di sette podi in totale frutto di  due ori, un argento e quattro bronzi e la quinta posizione nel medagliere finale.

La prima delle medaglie è arrivata grazie a Mara Zaghet con la medaglia di bronzo nei 5 km monopinna mentre il primo squillo d'oro è arrivato con la debuttante nel settore Assoluto  Consuelo Dametto, classe 2000;  l’atleta trevigiana si è infatti laureata campionessa mondiale dei 3 km pinne, che si è ripetuta con un eccellente argento nei 1000 m pinne, battuta solo dalla russa Tatiana Chepelova; sul podio anche l'azzurra Carolina Trocca, con uno splendido bronzo.

Eccellente prestazione condita dal bronzo finale per il quartetto composto da Davide De Ceglie, Serena Monduzzi, Denis Shao e Mara Zaghet nella 4x2 km monopinna, mentre in chiusura della kermesse di Santa Marta, secondo oro per la spedizione italiana grazie a Mara Zaghet, che sale sul primo gradino del podio nei 1000 m monopinna; non da meno i suoi compagni si spedizione Davide Campagnoli, Consuelo Dametto, Leonardo Grimaudo e Carolina Trocca, medaglia di bronzo nella staffetta 4x1 km pinne.

La felicità trasuda dalle parole del Presidente del Settore Attività Subacquee e Nuoto Pinnato della FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva, Attività Subacquee e Nuoto Pinnato), Carlo Allegrini che al termine della competizione ha dichiarato: "Un risultato di assoluto livello, che conferma come la scuola italiana sia ancora una delle più forti e preparate al mondo  Ci congediamo da questo Mondiale con moltissime certezze e grandi prospettive per il futuro, dal momento che la gran parte di questi ragazzi ha ancora ampi margini di miglioramento. Il mio ringraziamento – ha sottolineato il Presidente Allegrini – oltre che agli atleti, va allo staff tecnico e alle società, che, anche in un periodo difficile come quello che stiamo ancora attraversando, si sono impegnati al massimo per far sì che potessero giungere questi risultati”.

 

palazzo@swimbiz.it

 

 

 

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram