Ciao,o’ giudice ‘nnmmurato

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche

L’avevo sentito qualche giorno fa, l’internazionale Gug Franco Ciaramella. Via what’s up, come si usa di questi tempi un po' rapidi, ma non meno intensi quando cogli il valore delle parole e dell’affetto di chi era diventato già storia acquatica. L’occasione è stato il suo compleanno, con le ottantacinque primavere piene di rose di una vita che mi è sempre parsa un film. Questo era Franco Ciaramella, un elegantissimo signor Giudice del nuoto. Un uomo di altri tempi, pacato , educato ma allo stesso tempo micidiale nelle sue analisi di un mondo, il nostro dello sport, che spesso non registrava più come quello che aveva solcato nella sua lunga avventura di gran signore delle vasche. Quel libro scritto nel 2014 “La Mia Vita- tra le grandi star dello spettacolo ed i grandi campioni dello sport” (intervistato nel giugno del

2013 durante la stesura del libro -ndr-) era più di una autobiografica, seppur parziale, traccia della sua vita. Infatti mi disse , in quel messaggio, di essersi rimesso a scrivere. Franco che era stato attore, ballerino e poi massaggiatore sportivo a Napoli, dove era nato nel 1936, e aveva da lì preso con le sue mani il gotha del nuoto di allora , da Paolo Barelli a Marcello Guarducci e Lorenzo Marugo. Ma non c’era nuotatore di quell’epoca che non avesse conosciuto il suo carisma. Poi con quella leggerezza istituzionale, che vuol dire non fare mai pesare la propria statura morale, di disciplina e etica assoluta, divenne una celebrità come giudice internazionale. All’epoca con un trio che lo riguardava in giro per il mondo con Mario Pampiglione e Giorgio Allegrini. Storie di acqua e di nuoto ,le stesse che manco si immaginavano probabilmente legioni di allenatori di nuoto che passavano al suo cospetto quando nominati dovevano prendere il brevetto al Sit . Dietro quel viso ai tratti un po' burbero, che ai più incuteva il rispetto del ruolo, si nascondeva lui con quel sorriso da diavoletto buono. Il giudice ‘nnmmurato di questo mondo del nuoto , sempre pronto a aiutare chi ne avesse bisogno. Così era Franco, istrionico, pungente ma con un cuore d’oro. Ciao Giudice

zicche@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram