Il ct tedesco “Sembrate modelle, non atlete!”. Se ne riparla tra quattro anni

Copyright foto: Dpa

I campionati tedeschi di nuoto, valevoli come qualificazione olimpica, hanno confermato le attese di una Germania futuribile. Marco Koch e pochi altri puntano alle medaglie già a Rio 2016, ma la filosofia federale - in modo simile a quanto già accaduto nel calcio e nel basket - punta ai giovani per Tokyo 2020. E per giovani s'intende un lavoro profondo sui vivai, sfruttando un impressionante bacino di praticanti(leggi qui). Intanto, però, c'è da lavorare sull'unità nazionale. La Bild riporta, infatti, la sfuriata del Ct Henning Lambertz per la mancata qualificazione della 4x100 stile femminile a Rio"A confronto delle altre nazioni, sembrano magre modelle, non atlete. Non hanno fatto il tempo limite, hanno già avuto abbastanza chances". La replica delle quattro ragazze, tutte tra i 19 e i 23 anni, è affidata ad Anna Dietterle "Io non paragonerei il nostro fisico da teenager con quello delle migliori al mondo, 5-6 anni più grandi e al picco delle loro prestazioni. Sono solo all'inizio della mia carriera".

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram