Donne o uomini, nel sincro c’est…Bonn

Copyright foto: Sonoma

 Bonn e Parigi. Nei prossimi due week end la Nazionale di sincro sarà impegnata in  due appuntamenti internazionali. “Queste due competizioni sono solo dei test preparatori ai campionati più importanti della stagione, gli Europei di Berlino. E’ un’occasione per testare il nuovo regolamento, che ha inserito tre giurie per valutare l’impressione, la difficoltà e l’esecuzione” commenta Francesca Gangemi, ex Azzurra e talent Swimbiz per il sincro. “Credo sia il modo migliore per riuscire a rendere il più oggettivo possibile questo sport. E’ fondamentale, in questa disciplina, una valutazione imparziale ed obiettiva, non legata quindi a pregiudizi internazionali radicati negli anni”. Un’ultima battuta, la Gangemi, la spende su un argomento che sta facendo sempre più discutere: il nuoto sincronizzato maschile. “E’ una novità che rende il palcoscenico del sincro mondiale e italiano più aperto, più avvincente ed emozionante. Del resto, chi l’ha detto che è uno sport per sole donne?”.
 
 capilongo-broussard@swimbiz.it
 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram