E Mister Hosszu ricominciò a gareggiare

La Réunion, nome calzante per il departement francese d'oltre mare (un'isola dell'Oceano Indiano) che riunisce molti interpreti del nuoto transalpino (ma anche synchro e pallanuoto) per il tradizionale Meeting de l'Océan Indien in vasca corta di fine anno. Nella vasca di Saint-Paul si rivede Jeremy Stravius che, dopo aver saltato Doha, fa man bassa di 50 stile (21"56), 50 dorso (23"38) e 100 dorso (50"67). Ma la vera monopolizzatrice è una delle straniere partecipanti al meeting; manco a dirlo, Katinka Hosszu. A meeting ancora in corso, la magiara ha già collezionato dieci ori. Ma non è l'unica della 'famiglia' a buttarsi in acqua, perché, scorrendo i risultati, compare un'altra bandierina ungherese: quella del marito-coach-manager Shane Tusup (che a Doha si è regalato una foto ricordo col Moro). Ex nuotatore di college, a La Réunion il nativo della California si è cimentato sui 50 dorso (8° in 27"86 ma al mattino fece 27"83) e 100 dorso (2° della finale B in 1'00"93) ed è iscritto anche ai 50 farfalla.
 
moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram