Edicola Swimbiz

Una rassegna stampa per la rassegna pugliese del nuoto. Laggiù nel meraviglioso sud italiano, dove tramonti e sole attraggono turisti e sognatori, si fa largo il talento. E nei recenti Assoluti di Riccione, terminati ieri sera, quella luce dei giovani e dei campioni acquatici ha fatto brillare il sole delle conquiste. Si concentra soprattutto su di lei l’attenzione della Gazzetta del Mezzogiorno, principale quotidiano del meridione. La stella che splende è quella di Benedetta Pilato, che nella prima giornata stacca il pass per le Olimpiadi nei 100 rana della favola, dopo un autunno di record interminabili, “la tarantina vale oro”. In questo modo scrive nel taglio in prima pagina la collega Patrizia Nettis. E quell’oro nazionale, con quarta prestazione europea di sempre, ha l’età di soli 15 anni. Si prende il titolo nazionale Wonder Benny allora, insieme al biglietto per Tokyo 2020, ormai 2021, e l’ennesimo primato italiano: “Stratosferica, fenomenale. Assoluta. Benedetta di nome e di fatto. Porta la Puglia nella storia del nuoto”. In questo modo ancora Nettis apre il suo articolo a pag. 25 la mattina del 18 dicembre. E quel titolo al fianco di foto emozionate e di gioia pura, recita così: “Pilato immensa, rana d’oro”. “Sono molto felice, tutti i sacrifici fatti sono stati ripagati”. Sono queste le parole riportate della Pilato olimpionica di Tokyo, in zona mista. Si evidenzia al centro dell’articolo una piccola finestra dedicata alla Puglia che si fa forte, anche con altri quattro atleti che si prendono altrettante quattro medaglie assolute: due argenti da Castello e Sinisi e due bronzi da Di Tullio e Di Liddo. Stelle che ruotano attorno alla stella principale che volerà alle Olimpiadi: “Sarebbe la terza pugliese a partecipare alle Olimpiadi”. Parla della Di Liddo la Nettis. Ancora senza pass olimpico, ma con speranze fortissime di poterlo avere presto. E punta proprio a Tokyo quest’ultima. Titolo potente e dirompente il 19 dicembre ancora su Gazzetta del Mezzogiorno. L’argento nei 100 farfalla della Di Liddo apre scenari importanti per la Puglia “California del nuoto italiano” come piace a Swimbiz identificare. Parole piene di voglia di fare e di successi acquatici. Sono loro le principali donne raccontate e menzionate, ma non solo. Tra gli atleti pugliesi e già ampiamente affermati in campo mondiale, c’è sicuramente Domenico Acerenza. Il Mimmo, compagno di squadra e di allenamenti di Greg Paltrinieri, conquista “l’argento sugli 800 metri, ma non centra le Olimpiadi”. Il taglio in basso in prima pagina recita in questo modo, per il banco di prova del campione pugliese. La Nettis si focalizza allora sulla gara di Acerenza. Negli articoli interni, in sommario specifico viene sottolineata la buona prova di Domenico, alle spalle di Paltrinieri: “La realtà è che, dopo i 450 metri, non ne potevo più, ho pagato la stanchezza, ma va bene così”. Così dichiara Acerenza alla Nettis, nella pagina di Gazzetta la mattina del 19 dicembre. E il giro di parole e di medaglie torna ancora su di lei. Benedetta si prende un tempo eccezionale anche nei 50 rana della seconda giornata di gare. “Benny, nei 50 rana tempo mondiale”. Titolo significativo nell’articolo di spalla, a pagina 25 della Gazzetta del Mezzogiorno. Senza più aggettivi da trovare e da scrivere per il quarto crono mondiale di tutti i tempi e record iridato juniores, insieme all’ennesimo primato italiano. In questo modo apre il pezzo di Patrizia Nettis: “Ho fatto piangere mamma e papà, che bello”. Il sommario dell’articolo recita con le parole della Pilato. Insieme alle compagne pugliesi del nuoto, Pilato e Di Liddo citate insieme nel pezzo di spalla a questa intervista principale, la Nettis parla anche di Chiara Tarantino, altra giovanissima, non ancora diciottenne. Si prende il bronzo nei 100 stile femminili l’atleta di Borgia, che si allena a Lecce. Con lei, Andrea Castello centra il bronzo nei 50 rana. Agli Assoluti anche Isabella Sinisi, Michele Sassi e Lucrezia Napoletano. La Puglia del nuoto sempre più presente in rassegna stampa e nel panorama nazionale e internazionale. Buona lettura da Swimbiz.

giorgi@swimbiz.it

Grazie a Roberto dell’Edicola di Corso Francia a Roma

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram