Flash Acquatico: Il futuro del nuoto italiano in mano a Lorenzo Galossi

Copyright foto: swimbiz.it

Dai Criteria 2022 un nome è sulla bocca di tutti gli addetti ai lavori.. Lorenzo Galossi da Mentana, Roma.

Il classe 2006, allenato da Christian Minotti nel prestigioso Circolo Canottieri Aniene è esploso nel mondo del nuoto giovanile sponda Aurelia, prima di decidere di affidarsi alle premurose cure de lo Scuro, artefice delle fortune natatorie di Simona Quadarella.

Durante i campionato giovanili la sua potenza è esplosa nei 400 stile libero che ha ovviamente vinto sfiorando il record europeo Juniores del magiaro Milak (che a Tokyo è stato campione olimpico nei 200 farfalla), un centesimo che brucia ma che stimola Lorenzo a fare di meglio. Un palmares da atleta di grande potenzialità, considerando che a luglio 2020 ha ottenuto il record italiano nei 100 stile libero per i ragazzi di 14 anni che agli Assoluti di Riccione del 2021 nella distanza degli 800 stile libero ha cancellato il record italiano ragazzi che da ben 35 anni apparteneva ad un mito del nuoto italiano: Stefano Battistelli.

Per comprendere le potenzialità di Galossi basti pensare che ha un personale di 7'43″40 negli ottocento.... Gregorio Paltrinieri nella categoria Juniores li nuotava in 7'49.

Ospite del Salotto Acquatico del Direttore di Swimbiz.it Christian Zicche ne esce un ritratto di un Lorenzo consapevole delle sue capacità ma appare anche un ragazzo che ha tanto da imparare e sopratutto tanto da dare al nuoto italiano nell'immediato futuro.

 

palazzo@swimbiz.it

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram