Fondo, riunione Fin: l’idea di un’assicurazione e i dubbi sulle mute

Copyright foto: Fin

Più che un semplice polo di alto livello, il Centro Federale di Ostia è un organo pulsante dell’attività Fin. Domenica 15 gennaio, si è tenuta a Ostia la riunione annuale del settore fondo. Antonello Asmone, responsabile di settore per il Comitato Regionale Lazio, presenta a Swimbiz.it la relazione finale sulla riunione. Segnaliamo due punti in particolare:

  • Sulle nuove regole Fina relative alle mute in gara(leggi qui), è intervenuto il responsabile federale di settore, Andrea Prayer. Si legge non c’è precedente esperienza per i “costumoni” in neoprene per gare di 5-6 ore (N.D.R. si vedano, ad esempio tutti i “ tagli” , le “abrasioni” , le vere e proprie “ bruciature” che subiscono gli atleti nelle zone del corpo sottoposte ad attrito con l’acqua con i “costumoni normali” già in gare di sole 2 ore. A quali “abrasioni” andranno incontro nelle zone del corpo sottoposte ad attrito con l’acqua in gare di 5-6 ore?”.
  • Cesare Goffi, uno degli organizzatori delle gare a Cagliari, ha avanzato la proposta di un’assicurazione che copra tutti (atleti, giudici, organizzatori, barcaioli ecc.) “Gli organizzatori sono una risorsa per il Gug e per la Fin e devono essere tutelati. Un’assicurazione darebbe maggiore sicurezza se richiesta alla Fin centrale, avrebbe il vantaggio di tutelare tutti”.

In allegato, la relazione integrale in formato pdf: Clicca qui per l'allegato

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram