Morini “Efimova? Avrei dubbi anche ad allenarla”

Copyright foto: Swimbiz.it

“Se volete sapere cosa penso del doping, io lo ribadisco senza problemi. Non mi nascondo. Chiunque venga preso deve essere punito, senza problemi. Ed in maniera severa. Il doping è avvilente e schifosa. Chi viene trovato deve essere allontanato. Non la manda a dire Stefano Morini, coach azzurro di Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Diletta Carli e di tanti altri campioni azzurri, sulla materia incandescente del doping, che ha colpito in modo perentorio lo sport russo, a rischio di squalifica olimpica. E il pensiero del tecnico livornese è per una atleta come Yulija Efimova, riammessa dopo ben 2 squalifiche per sostanze proibite dalla Wada “io francamente avrei dei dubbi anche ad allenarla. Io lo dico sempre ai miei ragazzi: quando siamo sul blocco di partenza, chi c'è c'è. Pensiamo a noi e al lavoro fatto, in maniera pulita”. Sui 1500 Morini ha poi focalizzato la sua attenzione sui rivali di Gregorio Paltrinieri, suo atleta e tra i grandi favoriti per la medaglia d'oro: “Non penso solo a Park, ma a tutti. A Sun Yang, ad Horton e a tanti altri. Comunque sono tranquillo perché Gregorio è un numero 1 assoluto. A rigor di cronometro noi siamo i favoriti. Non sarà semplice, ma noi siamo pronti a tutto (ride n.d.r.) . Sui primi 5 credo che non ci siano dubbi, poi bisogna verificare se ci sono atleti che possono rappresentare una sorpresa. In ogni caso siamo tranquilli con Gregorio”.

guarnieri@swimbiz.it

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram