Noi, synchro-attrici in lizza per l’Orso d’oro di Berlino

Copyright foto: Swimbiz

Che il synchro sia uno sport spettacolare non è certo cosa nuova. E sarà anche per questo che ha deciso di sbarcare al cinema. E in grande stile, visto che il film di cui stiamo parlando, “Vergine giurata” è l’unico film italiano in corsa per l'Orso d'oro al festival del cinema di Berlino. “Ambasciatrice” del nuoto sincronizzato nella pellicola è la diciassettenne della Sport Management Margherita Maccacaro. “E' stata un'esperienza bellissima e particolare”, racconta la giovane atleta a Swimbiz, “Non avrei mai pensato di partecipare a un progetto così grande. Sono stata scelta dalla regista, che ha fatto una selezione in diverse piscine di Bolzano e Verona. Le sono piaciuta ed io sono stata felice di accettare. Sarà un modo per dare maggiore visibilità allo sport che pratico”. A curare la coreografia dell'esibizione è stata Alessandra Bisello, madre e allenatrice di Margherita. “Non è stato semplice separare i due ruoli, sin da bambina”, confessa la sincronetta, “Con l'età ho imparato a gestire meglio questa particolare condizione”. “Margherita è in piscina da sempre”, aggiunge la Bisello, “E' stato naturale per lei avvicinarsi al synchro, visto il mio ruolo di allenatrice”. E, a proposito, delle riprese, “La regista aveva l'esigenza di una coreografia che nel film si aggiudicasse i campionati italiani. Ho dovuto pensare ad un'esibizione spettacolare - affiancata dal tecnico Laura Caceffo - ma facilmente eseguibile anche da Emily Ferratello, la ragazza che affiancava Margherita (foto). Non è stato semplice, ma visto il risultato, siamo molto soddisfatte”.
 
capilongo-broussard@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram