3 ori e abbiamo fatto strike…

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Un pomeriggio italiano pieno di oro. Italnuoto che è faccia, anima e cuore di un'Italia che vince e ci rende orgogliosi dei nostri azzurri in Europa.

Copyright foto: len tv

Come una lotteria natatoria. Pazzesca quando esce all’improvviso l’oro, e poi un altro e un altro ancora.  Cinque alla fine, totali, ubriacatura acquatica che è possibile anche se la scienza dice che con l’acqua non ti puoi ubriacare. Falso, come se fosse una fake news che poi ti accorgi che più vera non si può perché ti gira tutto: 5 ori danno ebrezza, ti gira tutto, anche un po' le scatole quando capisci che non riesci ad accendere la tv, perché lì la vasca non c’è. Come è possibile che nella giornata del numero 3 d’oro - e vittoria nel trofeo per nazioni -  non ci fosse la tv è un mistero che qualcuno poi, se avesse tempo, mi può raccontare.

A proposito, non c’è la tv e Swimbiz si carica un mare di tifosi e lettori oltre quelli(tanti) che normalmente si collegano. E fa indigestione acquatica di contatti, tanti, tantissimi, una marea che riesce con tanto amore acquatico a mandarci off-line per saturazione. Pensate a noi, alla nostra redazione, in balia di questo strike sportivo ed emozionale, una roba da sentirsi nel contempo male – nella convulsione d’informarvi di tutto quello che non si vede - ma eccitati per il colpo natatorio azzurro. 3 ori e abbiamo fatto strike. Mi gira ancora la testa. Italnuoto da pagina di storia, con argento di staffetta che mi stavo dimenticando. Chiedo venia, sono sotto l’effetto di una meravigliosa ubriacatura sportiva da medaglia, e adesso Swimbiz.it va liscio come l’acqua azzurra.

zicche@swimbiz.it