5 Km: Twichell perfetta, ma Gabbrielleschi è un talento

Il commento di Swimbiz: L'americana s'impone ai Mondiali di Budapest. Bene all'esordio le azzurre Giulia Gabbrielleschi e Martina Caramignoli.

Copyright foto: Rai Sport

Al Lago Balaton, per i Mondiali di nuoto, torna la 'velocità di fondo': la 5 km femminile. L'Italfondo offre l'esordio iridato alla giovane Giulia Gabbrielleschi e alla neo fondista Martina Caramignoli. Entusiasta del gruppo: ridotto rispetto al nuoto, ma per questo molto affiatato "E' unito, non ci sono gruppetti" spiega, sorridente ai microfoni Rai.

Sono subito le migliori a prendere la testa: le americane Ashley TwichellHaley Anderson e, esterna in solitaria, la francese Aurelie Muller. Si fa avanti anche l'olandese Sharon Van Rouwendaal, ma presto le raggiungono Giulia Gabbrielleschi e la brasiliana Ana Marcela Cunha Il resto del gruppo è più staccato e Martina Caramignoli prova a uscirne fuori con la grinta che la contraddistingue, ma le atlete di testa hanno ormai accumulato un notevole vantaggio.

Le onde favoriscono le fondiste pure, Giulia è giovane, ma ha già una notevole esperienza in azzurro: risparmia le forze, mentre le sue finte fanno sbandare avversarie teoricamente più esperte e blasonate. La sua astuzia colpisce Luca Sacchi e Tommaso Mecarozzi in telecronaca Rai. Muller prende ancora due volte la 'corsia esterna', alla seconda è proprio l'azzurra a seguirla. Ma è forse la prima scelta sbagliata della sua gara, fin lì perfetta: si trascina dietro Haley Anderson, mentre a sinistra Cunha prende il largo. Muller ha ormai solo le energie sufficienti a resistere fino all'argento, mentre la più fresca Twichell - aiutata anche dal gioco di squadra della connazionale Anderson - scappa via fino all'oro. Per il bronzo serve il fotofinish tra Cunha e Van Rouwendall.

Chiude in sesta posizione Giulia Gabbriellschi, che per gran parte di gara ha sicuramente dimostrato un'astuzia e un'abilità innate, sulle quali l'Italia potrà certo puntare in futuro. Dodicesima Martina Caramignoli, ma è solo all'inizio della sua avventura nel fondo, che le ha restituito grinta ed entusiasmo(leggi qui).

moscarella@swimbiz.it