Al fondo di un anno di tweet acquatici

Il commento di Swimbiz: Comunicativi o portafortuna, simpatici o commoventi... una breve carrellata dal 2017 acquatico.

In un’Italia che presta sempre più attenzione a vita, morte e miracoli dei protagonisti dell’acqua, va da sé che atleti e tecnici siano diventati provetti twittaroli e instagrammatici. Tra una foto e una pubblicità, una polemica e una dedica, chi cancella un messaggio di troppo e chi rende indelebile un post, un altro anno di tweet & co acquatici volge al termine e Swimbiz.it ne ha raccolti alcuni, in una breve carrellata.

Christian Zicche in Vaticano con Papa Francesco e il Presidente Barelli (L'Osservatore Romano)

Il “tweet dell’anno” è per noi il selfie in Vaticano tra Gregorio Paltrinieri, Federica Pellegrini, il Presidente Fin Paolo Barelli e Papa Francesco. Medaglie a parte, forse il più grande successo comunicativo del nuoto italiano nel 2017. Quella semplicità tutta acquatica ebbe la meglio sulla liturgia e strappò un sorriso al Santo Padre, che nell’occasione spese parole importanti per l’acqua “Essenza della vita” come ha ricordato in un recente editoriale(leggi qui) anche il Direttore di Swimbiz, Christian Zicche, anch’egli presente a quell’incontro.

 

Selfie istituzionali, poco institutional – ricordate le staffettiste della 4x200 che nel 2015 riuscirono a far sorridere il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella?(leggi qui) – e selfie inusuali. Come vedere Stefano Morini munirsi di telefonino e lasciarsi andare, concedendoci anche un retweet, a un auto-scatto d’inizio europeo a Copenaghen. Che peraltro, avviso agli scaramantici, ha portato un gran bene.

Chi ci ha abituato a selfie super glam è Federica Pellegrini, pronta con autoironia a immortalarsi anche in pigiamino.

 

Se in tv va per la maggiore l’espressione Califfi della velocità, meriterebbe il titolo di Sultano Claudio Rossetto, che passa in rassegna quattro generazioni di Giannizzeri acquatici da lui allenati, da Rosolino a Magnini, da Dotto a Vendrame.

 

 

 

 “I sogni si avverano. Basta che tu ci creda sempre” sembra retorica, invece nelle parole di Gabriele Detti sta tutto il senso di un 2015 in preda al timore che un infortunio gli rubasse il grande nuoto a cui era destinato, e il lavoro di due anni per guadagnarselo di nuovo. Motivo per cui Swimbiz lo ha eletto atleta dell’anno(leggi qui), augurandogli di superare anche questo nuovo, difficile momento.

Sempre in tema ori di Budapest, concediamo il bis a Stefano Morini. A volte sul web tiene il broncio e ti blocca, ma sa anche regalare perle a vero toscano.

 

Non poteva mancare la regina dei tuffi Tania Cagnotto, seduta a bordo vasca con la piccola Dallapè jr, mentre l’amica Francesca torna ad allenarsi e spinge per un ritorno di sincro.

 

 

 

 

 

 

 

Le immagini, si sa, vanno per la maggiore nella comunicazione. Ma vogliamo chiudere con un tweet di Fabio Scozzoli, che in poche righe ha saputo condensare il senso di un’acquatica amicizia.

moscarella@swimbiz.it