Ancora stop per Martinenghi, ma saltare l’Europeo non è un dramma

Il commento di Swimbiz: Il suo allenatore, Marco Pedoja, spiega a Swimbiz.it come lui e Martinenghi mettano nella giusta prospettiva questa stagione bloccata dagli infortuni.

Copyright foto: LaPresse

Si era riunito al gruppo azzurro, al collegiale dei velocisti di Ostia, finalmente spensierato. Ma per il ranista Nicolò Martinenghi “L’ultima risonanza non ha dato buoni riscontri ed è totalmente fermo da qualche settimana – spiega a Swimbiz.it il suo allenatore, Marco Pedoja - e gli sono state prescritte tre onde d’urto d’intensità maggiore rispetto all’ultima, e con tanto di anestesia locale”. A luglio si tireranno le somme, ma visti gli infortuni stagionali e i grandi eventi ormai dietro l’angolo “A questo punto forse non vale la pena rincorrere l’Europeo. Non servirebbe a niente mandarlo allo sbaraglio”.

Meglio recuperare con calma, puntando agli ancor più importanti Mondiali e Giochi Olimpici “Gli ho spiegato che tra qualche anno si ricorderà di aver saltato nel 2018 un Europeo… ma si sarà già scordato dove si disputasse – come dire, col tempo tutto rientra nella giusta prospettiva – e lui si è messo il cuore in pace, è sincero quando dice che questi infortuni aiutano a maturare, a gestire meglio le cose, perché è ciò che gli avevo spiegato io. Significa che ascolta”.

 

 

moscarella@swimbiz.it