Andrea Mitchell D’Arrigo. Il nuotatore a meta’ tra Italia e Usa che sogna un podio a Rio 2016

Il commento di Swimbiz: Ai Campionati giovanili estivi il talento romano si sta mettendo in mostra come una delle migliori speranze per il nuoto azzurro.

 
Con due vittorie e due record della manifestazione, Adrea Mitchell D'Arrigo è uno dei protagonisti dei campionati giovanili primaverili, rassegna in corso di svolgimento a Riccione e che domani metterà in vasca le ultime gare. Il portacolori dell'Aurelia Unicusano era uno degli atleti più attesi nella vasca romagnola, e per quanto nuotato nei primi due giorni non ha di certo tradito le attese. Basta guardare l'1'46”81 nuotato da D'Arrigo nella prima frazione della 4x200 stile, tempo che vale il record della manifestazione, tempo avvicinato poi oggi nella finale dei 200 vinta con 1'47”16, per capire che il ragazzo, classe 1995, è un talento su cui puntare. Di spicco anche quanto fatto nei 400 stile, dove ha ottenuto la seconda vittoria in 3'44”47, tempo che ha migliorato di quasi tre secondi il miglior crono segnato da Gabriele Detti nel campionato passato (3'47”28).
Nato da padre italiano e madre statunitense, Andrea Mitchell ha messo in mostra sin da giovane di avere tutte le qualità necessarie per diventare un campione. Proprio il suo doppio passaporto ha fatto si che anche il mondo del nuoto a stelle e striscie si sia interessato al giovane talento romano proprio per le sue potenzialità ed i margini di crescita.
Un ragazzo, Andrea, impegnato non solo nella vasca, ma anche fuori, che condivide a numerosi progetti sociali, che lui stesso spiega in una sezione del suo sito internet www.andreamitchell.it , in cui racconta la collaborazione con associazioni come la Croce Rossa, Telefono Azzurro, Agire e Medici Senza Frontiere.
Segnatevi il suo nome... Siamo certi che Andrea Mitchell D'Arrigo farà parlare di se...
 
pizzi@swimbiz.it