Attention to the shark

Il commento di Swimbiz:  Specialistici razzi azzurri da ultra velocità: se Dotto passa "lentino" in Coppa del mondo (22"2), certo a infiammare il paddock ci pensa il solto Bocchia..

 "Di testa sono il più forte di tutti" e certo con una affermazione così già si merita la coroncina da re del marketing di se stesso. Chi se non lo squalo, skark fa forse più effetto, in spolvero da tempino niente male sui 50 stile a Saint Dizier che rimbalza dietro un 21"87 ? Federico Bocchia ci risiamo verrebbe da dire, anche se poi sul lato show già mette le mani davanti " avrò un atteggiamento più sobrio, anche se ( udite udite ndr) tantissimi organizzatori di meeting ormai mi chiedono solo scettro e corona". Già , la lotteria è aperta verso il dicembre degli europei in corta, dove per il momento dei 4 che andranno è qualificato solo Marco Orsi che con 21"78 è comunque ancora davanti anche nel fine settimana " me la gioco tutta a Viareggio, qualificazione secca cercando la qualifica a 21"6" se la ride al telefono mister linea Sprint ( ma non è quella da Mister italia, al momento), che nell'estate degli infortuni( spalla) si è giocato un 4 chili meno di muscoli. Ma tanto c'è la testa che primeggia , anche se lo psicologo azzurro Diego Polani  avverte "è certamente un atteggiamento narcisistico ed egocentrico. Va tutto bene , basta che alle parole..". Attenzione allo squalo, attention to the shark, la caccia è aperta..
 
zicche@swimbiz.it