Barcellona, seconda giornata: il resoconto delle batterie

Il commento di Swimbiz: Tutti i protagonisti attesi si qualificano per le semifinali. Fuori gioco, invece, gli italiani. 

Nessuna clamorosa sorpresa nelle batterie mattutine della seconda giornata di gare mundial a Barcellona. Non ha deluso le aspettative Missy Franklin, che ha messo subito in chiaro le cose nei 100 dorso conclusi con il primo tempo di qualificazione (59”13). In semifinale senza problemi anche l’ungherese Katinka Hosszu (59”40) e la statunitense Elizabeth Pelton (59”94), Sopra il minuto, ma qualificata, un’altra attesa protagonista come l’australiana Emily Seebohm (1’00”02). Fra gli uomini, sono andati avanti tranquillamente i francesi Stravius e Lacourt, il giapponese Kosuke Hagino e il sempreverde Laszlo Cseh. Fuori il capitano azzurro Mirco Di Tora: il suo 54”76 (a soli 4 centesimi dall’ultimo qualificato Charles Francis) non è sufficiente per l’accesso in semifinale. Batteria fantastica per la giovanissima Ruta Meilutyte nei 100 rana: il suo 1’04”52 mattutino vale il nuovo record europeo e dei Campionati. Un fenomeno. Avanti anche Jessica Hardy e Yuliya Efimova. Non ce l’ha fatta la nostra Lisa Fissneider, che ha chiuso al 19esimo posto col tempo di 1’08”53. Hanno ottenuto il pass per le semifinali tutti i migliori nell’attesa gara dei 200 stile libero: Nicolas Oliveira, Kosuke Hagino, Yannick Agnel e il campionissimo Ryan Lochte si sono qualificati senza problemi, e anche col freno a mano tirato. Il primo tempo assoluto è stato timbrato dal britannico Robert Renwick (1’46”88). Out i due azzurri Alex Di Giorgio (1’48”47) e Marco Belotti (1’48”66). Nei 1500 femminili dominati da Lotte Friis e Katie Ledecky, non si è qualificata la mezzofondista di Rieti Martina Caramignoli: il suo 16’15”65 le è valso soltanto il decimo tempo. 
 
petrocelli@swimbiz.it