Ben rinata, Noemi: Batki vola in finale e alle Olimpiadi

Copyright foto: Swimbiz.it

"Mi sento tornata ai livelli di quattro anni fa" racconta con un sorrisone ai microfoni Rai Noemi Batki. E non stupisca, perché nei tuffi al femminile, l'esperienza sempre più spesso val più della forza giovanile. Le atlete sempre più hanno un secondo picco di eccellenza in carriera intorno ai trent'anni, come faceva notare il talent di Swimbiz  e oggi commentatore Rai Max Mazzucchi tempo fa, con Tania Cagnotto, ma non solo.

E ancora una volta è la piattaforma a regalare le gioie maggiori all'Italtuffi, a questi Mondiali di Gwangju, con la sua regina assoluta dei 10 m che si scopre rigenerata, serena come non mai, capace di superare in semifinale due scogli iniziali su cinque salti disponibili, e con apparente nonchalance tenere bene verticali, rotazioni, avvitamenti e ingressi in acqua pulitissimi, sino a uno splendido 5° punteggio (328.60) d'ingresso in finale, la migliore delle europee. Domenico Rinaldi che applaude a piene mani, staff e compagni che diventano una curva, e anche a casa la sua famiglia di tuffatrici avrà fatto altrettanto. Ben rinata, Noemi, e terzo pass olimpico preso dall'Italia oggi, dopo Paltrinieri e Sanzullo nel fondo.

moscarella@swimbiz.it