Bossini e la Svizzera, una Little Aniene “Di Martinenghi ho capito…”

Il commento di Swimbiz: Paolo Bossini a Swimbiz.it per raccontare la sua nuova avventura in Svizzera, sempre più gialloblu. Con parole di stima e supporto per Nicolò Martinenghi e il suo allenatore.

Copyright foto: Swimbiz.it

Paolo Bossini (Getty)

Invio di curriculum e colloquio, come per qualsiasi lavoro. Così è nata l’avventura di Paolo Bossini, ex fuoriclasse della rana azzurra, a Chur (Coira) in Svizzera. Una scelta familiare, ancor prima che tecnica, dopo la bella ma provante esperienza nella nazionale Ceca(leggi qui) “Contratto a tempo indeterminato, è una prospettiva di vita totalmente diversa” spiega a Swimbiz.it l’ex azzurro, in sala stampa allo Stadio del Nuoto di Roma per il 55° Settecolli. E la Svizzera sembra sempre più una Little Aniene, vista la concentrazione di tecnici ex gialloblu, da Massimo Meloni a Nicola Cassio “E l’Aniene resta per noi il modello di riferimento che vogliamo esportare” modello costoso, altra ragione che ha spinto Bossini a passare dalla Repubblica Ceca alla Svizzera, peraltro più abituata a tecnici stranieri. Il tempo di radicarsi nella nuova realtà e, dopo 1-2 stagioni, c’è l’idea di aprire le porte in futuro ad altri italiani “Sicuramente un punto di riferimento, come può essere una testa che ragiona nella tua stessa direzione, è importante”.

Nicolò Martinenghi (LaPresse)

Guardando all’Italia, e ai prossimi Europei di Glasgow, se certamente le prime punte faranno la loro parte, si prospetta tuttavia una stagione affidata più a quei giovani in cerca della consacrazione definitiva “E che già hanno dimostrato di essere presenti agli scorsi Europei in corta, come Ilaria Cusinato. Ma è anche un anno segnato dagli infortuni, e ne sa qualcosa lo sfortunato Nicolò Martinenghi “Ci sentiamo spesso, anche solo per scherzare, e perché c’è stima reciproca Bossini è passato da mali anche più gravi in passato(leggi qui) e sa che – serve la testa giusta per superare i momenti difficili”. Di recente il ranista azzurro via social la sua sofferenza nel vedersi separato dall’acqua “E lì ho capito che, nel momento in cui tornerà, sarà più forte di prima. Anche perché ha un allenatore (Marco Pedoja n.d.r.) con gli attributi – ha usato altri termini – per gestirlo”. Infine, Paltrinieri farà il World Record nei 1500 stile a Glasgow? “Non voglio portargli sfortuna – sì, anche qui la parola era un'altra -  ma glielo auguro davvero”.

moscarella@swimbiz.it