Cavoli, che dorso! E Viola in cento metri…

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Che bel pomeriggio a Riccione, con due quadretti azzurri fra i tanti record...

Copyright foto: Swimbiz.it

Simpatia certa, sorriso spalancato. E’ passata in duecento metri Margherita da Valdobbiadene, dove di bollicine se ne intendono visto il mare di Prosecco che producono. E lei, la Panziera delle meraviglie sotto carica, stappa bollicine a volontà nel vorticoso – diceva rutilante il mitico telecronista Rai Sandro Fioravanti - mulinar di braccia a dorso. Marghi la Panziera non si lascia scappare l’occasione di fare un piccolo test che contiene il record italiano, ma che è anche un bel segnale al mondo in corta che l’attende in Cina. “Cavoli, che dorso” dice Panzi, con un altalenare di accento spiccatamente veneto e i cavoli a fare intercalare vocale costante che ancora la frequentazione romana (Aniene il club) non mitiga, anzi esalta nel complesso della favola che si prospetta da qui al lungo cammino mondial-olimpico. Una pennellata fluida, come quella tra l’artistico e l’agonistico di Lorenzo Zazzeri, fiorentino che un po' in acqua anticipa Fiorentina–Juventus di domani sera al Franchi. Lui a Riccione regola lo strafavorito Miressi, l’avatar torinese di sponda calcistica bianconera. Così, in grande forma Lorenzo scomoda per una volta tanto il Magnifico e va in gol di mano sulla piastra. Primo! E scusate l’uscita fuori campo, sempre buona acqua a tutti.

zicche@swimbiz.it