Che ressa la 5 km, azzurre ai piedi del podio. Scalpita la staffetta

Copyright foto: Deepbluemedia

Cinque chilometri "appena", per un fondista puro praticamente è velocità, e si vede dai ritmi serrati dell'odierna gara mondiale a Yeosu, in Corea, come pure dalla furiosa ressa finale. In acqua per l'Italia una carica Giulia Gabbrielleschi e Rachele Bruni, reduce dal bronzo mondiale con qualifica olimpica in dote dalla 10 km. Spagnole prima, tedesche e francesi poi, fanno da lepri, le azzurre controllano a distanza e gradualmente guadagnano terreno. Non sono le sole però, perché dopo tre quarti d'ora di gara la vecchia volpe Cunha e la solita, esuberante Van Rouwendaal affiancano in testa, a spallate Grangeon e Muller. Le azzurre sgusciano come anguille tra le avversarie, si separano in due gruppi paralleli ed è ormai sfida all'O.K. Corral da tutte contro tutte. Troppe, perché nel rush finale Ana Marcela Cunha trionfa su Aurelie Muller, seguite a ruota dall'americana Moore e la tedesca Beck, bronzo ex equo, e dappresso Bruni e Gabbrielleschi. Gara in archivio e sguardo alla staffetta, con gli azzurri - Paltrinieri-Acerenza-Bruni-Gabbrielleschi, anticipa il Ct Massimo Giuliani a Rai Sport - che già da ieri gridano battaglia.

moscarella@swimbiz.it