Coppa Brema: Aniene a caccia del doppio scudetto, Scozzoli mina vagante

Il commento di Swimbiz: Si nuota per lo scudetto a Riccone. L'Aniene dilaga già a livello femminile,con una Pellegrini a 200. Ma tra i maschi, l'assenza di Di Giorgio e l'Imolanuoto di un super Scozzoli (come pure un ottimo Centro Nuoto Torino) rendono la vita più difficile al Circolo.

Copyright foto: Getty Images

Ultime fatiche allo Stadio del Nuoto di Riccione. Dalla lunga degli Assoluti, si passa in un amen a un altro pianeta acquatico, la vasca corta. In palio la Coppa Brema, lo scudetto per società, che dal 2010 vede invariabilmente vincere il Circolo Canottieri Aniene nelle classifiche femminile e maschile (qui la striscia vincente parte addirittura da 2009) . Ma se tra le donne il club romano già dilaga, da una Federica Pellegrini sempre disarmante nei 200 stile (1'57"07) a Simona Quadarella ancora protagonista (8'22"06) negli 800 - ma Martina De Memme (8'23"43) non le ha reso la vita facile  - diverso è il discorso tra i maschi.

La classifica parziale al femminile (Fin)

 

Se l'assenza per problemi fisici di Alex Di Giorgio pesa, specie in staffetta e nei 200 e 400 stile, l'Aniene deve anche vedersela con un Centro Nuoto Torino euforico e un devastante Fabio Scozzoli, primo nei 200 rana (2'07"29) prima di lanciare la clamorosa vittoria della staffetta 4x100 mista della Imolanuoto (3'29"14) con la sua frazione lanciata a rana da 56"39. Appuntamento alle 16 di oggi pomeriggio per le ultime gare che assegneranno i due scudetti, in diretta streaming al lnk: http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/dirette/ContentItem-71748fa3-9966-4d31-afda-919adee82426.html

 

La classifica parziale al maschile (Fin)

 

moscarella@swimbiz.it