Cruciverba Thomas

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Le star come Detti tirano il cartellino, mentre nelle retrovie qualcuno studia sempre più e cerca la direzione che sarà...

Acqua azzurra delle mie brame, chi trama a stile oggi nel reame? Risponde subito il Gabrielone livornese che di cognome fa Detti. La distanza è di otto vasche, come il compito in classe di portare a casa e farci anche una discreta figura sui 200 metri.  Obiettivo raggiunto, che nella piccola da 25 metri alla fine sono sempre un bello sforzo per il redivivo nipote del sergente di ferro Stefano Morini. Lui continua a caricare i chilometri, il coach, incurante di tutto il resto, tanto le prospettive sono quelle mondiali tra poco più dieci giorni. Ci siamo allora, alla faccia di un campionato da cui ci si aspettava poco, ma che alla fine continua a dire tanto, e i record sono lì a fare contenti tutti. La prospettiva è quella mondiale, lo ripetono i già qualificati, meno lo Scozzoli che affronta tutto con il medesimo impegno e carico costante. Pacato, sereno e professionale, dalle gare condominiali al mondo la sua rana è sempre rabbiosa, lo sa che lo show è sempre e comunque, bravo ci piace assai l’atteggiamento. E i fenomeni, o presunti tali, in acqua? Denota verso acquatico, 9 orizzontale e inizia con la d: fa “direzione”. Ed è quella giusta per Thomas Ceccon, che placido placido le prova tutte, distanze e nuotate. Nei duecento si allunga e gioca a fare il fenomeno di stile, arriva quarto ma va benissimo così. Quale sia il suo definitivo, o i suoi, è ancora un cruciverba da concludere. La direzione c’è, ora ci sono i dettagli. Mai marginali, anche fuori dall’acqua fanno sempre la differenza. Buona acqua a tutti.

zicche@swimbiz.it