Da Roma all’America, è febbre da vasca (made in Italy)

Il commento di Swimbiz: Non solo il nuovo Centro Federale di Roma. L'Italia esporta piscine.

Copyright foto: myrtha pools

Sono giorni caldi per l’impiantistica. Ieri la Federnuoto ufficializzava un’anticipazione di Swimbiz.it(leggi qui) dello scorso agosto, quando il Presidente Barelli ci confermò come fosse prossima l’inaugurazione di un nuovo Centro Federale a Valco San Paolo in Roma. Ma l’Italia, lo diremo cento volte, è leader mondiale nel settore e l’italianissima Myrtha Pools “si sdoppia”, con la realizzazione di due piscine dalle diverse finalità tra Nord e Sudamerica. A Fremont, in Nebraska, la più grande piscina da loro realizzata per un Centro Ymca servirà la comunità locale come luogo di svago, allenamento - 6 corsie da 50 metri, 12 corsie da 25 metri, area tuffi e vari livelli di profondità – e apprendimento natatorio.

I lavori per il rinnovamento del polo natatorio di Lima (Myrtha Pools)

Ma il fiore all’occhiello è sempre l’agonismo. Per i prossimi Giochi Panamericani di Lima in Perù - che tanto bene portò all’Italia con (tra gli altri) due giovanissimi Paltrinieri e Detti ai Mondiali jr 2011, ricordava di recente a Swimbiz anche l’eterno Corrado Rosso – l’azienda italiana fa gli straordinari e sta rinnovando il polo natatorio permanente della Villa Deportiva Nacional, che comprenderà una vasca da 50 m per le competizioni, una da allenamento da 52 m e una per i tuffi da 20 m. Febbre da vasca da a Roma all’America, ma sempre made in Italy.

moscarella@swimbiz.it