Dal kilt di Wallace (Dan) al no della Scozia

Il commento di Swimbiz: Ai Giochi del Commonwealth, il nuotatore scozzese gridò "Libertà", ma negò riferimenti al referendum sull'indipendenza.  

Copyright foto: daily record

Il tocco sulla piastra, uno sguardo al tabellone per leggere la parola 'gold' e quell'urlo squarciagola a occhi chiusi, ripreso dalla BBC, che fece il giro del mondo(leggi qui). E attirò sullo scozzese Dan Wallace un vespaio di critiche, perchè quel "Libertààà" , citazione del film Braveheart, fu da molti interpretato come messaggio politico in vista del referendum sull'indipendenza della Scozia, che stamattina ha sancito la vittoria del no col 55% dei voti. C'era tensione al Tollcross di Glasgow; gli organizzatori dei Giochi del Commonwealth aveva pregato che la politica non si mischiasse allo sport: fu allontanata dagli spalti una tifosa, intenta a sventolare una bandiera scozzese vergata di un vistoso Yes(leggi qui). Ci pensò Wallace stesso a stemperare gli animi, ribadendo come avesse solo voluto celebrare il suo orgoglio di scozzese (arrivò anche in kilt a bordo vasca), davanti al pubblico di casa "E non riesco a immaginare nulla più scozzese di Braveheart".
 
moscarella@swimbiz.it