Dalla Corea con furore: un tuffo al limite della realtà

Il commento di Swimbiz: Realtà o divertente finzione?

Copyright foto: Swimbiz

Il web è un luogo incontaminato di trovate geniali, pazzie e video divertenti. Uno di questi sta circolando da circa un anno su Facebook, ed è allo stesso tempo qualcosa di folle e fantasioso. Al limite della realtà. Siamo in Corea. Evento di nuoto. Impianto stracolmo di tifosi impazziti. Al blocco di partenza si presenta il primo atleta, gonfia il petto, saluta il pubblico per caricarsi dopo aver sentito il suo nome dallo speaker. Sembra l’incipit di una normalissima gara di nuoto. Non è così. Quando la telecamera si sposta verso il secondo blocco di partenza, in attesa della presentazione dell’atleta successivo, l’immagine si ritrova dov’era prima: il secondo nuotatore sale sulle spalle del primo, quasi a voler formare una torre umana. Che si materializza qualche secondo dopo, perché una schiera numerosa di atleti – in fila indiana come fossero soldati – si presenta ai blocchi e tutti, uno dopo l’altro, montano sulle spalle di ciascuno. La torre umana raggiunge quasi il tetto dell’impianto, il pubblico è esterrefatto. Il giudice dà finalmente lo starter, la torre umana si tuffa, creando un gigantesco schizzo d’acqua. Assurdità. Risate. Siamo al limite della realtà. Ma chissà a provare una cosa del genere…
Ecco il video 
 
petrocelli@swimbiz.it