Elezioni Fina: il manifesto di Paolo Barelli

Il commento di Swimbiz: Dal supporto economico alle Federazioni alla lotta al doping, i sette punti del programma elettorale del Presidente Len.

Copyright foto: Giorgio Scala-Deepbluemedia

Sette punti per riassumere il suo programma elettorale. Paolo Barelli sceglie l’ufficialità della Ligue Européenne de Natation, da lui presieduta, per rendere pubblico il suo manifesto in vista delle elezioni presidenziali Fina, che lo vedono contendere la vittoria al Presidente uscente Julio Maglione.

 

  • La Fina non è una istituzione finanziaria a scopo di lucro. Voglio una Fina che dia tutto il supporto possibile, incluso quello economico, alle Federazioni: dall'introduzione di un contributo annuale di almeno 5.000.000$ alle Federazione sulla base del ranking, fino all'aumento degli sponsor sull'equipaggiamento tecnico - come spesso suggerito in passato anche da Swimbiz.it(leggi qui).

 

  • Mi assicurerò che il Programma di Sviluppo Fina abbia un ruolo meglio definito, su misura per un impatto positivo su tutte le Federazioni: in particolare, l'utilizzo dei sopracitati 5.000.000$ a sostegno dell'organizzazione di eventi e della partecipazione ad essi da parte delle Federazioni.

 

  • Voglio che atleti, squadre, Federazioni e organizzatori sentano che le manifestazioni siano organizzate attorno al loro interesse collettivo: attraverso un Panel di esperti, la nuova Fina studierebbe formule e regole specifiche per ogni evento stagionale in calendario.

 

  • Mi assicurerò che la Fina resti focalizzata sulla promozione degli sport acquatici nel mondo.

 

  • Renderò prioritarie misure drastiche per assicurare che ogni conflitto d’interessi all’interno della Fina sia evitato:  dall'aderenza alla Costituzione Fina fino a una chiara separazione dei poteri Politico e Giuridico.

 

  • Farò in modo che la Fina prenda posizioni più aggressive e innovative nella sua lotta al doping: in particolare, la creazione di un'Agenzia indipendente che effettui i controlli, oltre alla creazione di un programma di prevenzione e cultura per uno sport pulito e onesto.

 

  • Penso che la Fina debba capitalizzare sull’esperienza e  la competenza della persona che la guida: il 'curriculum acquatico' di Paolo Barelli, dai risultati raggiunti come atleta, alle cariche ricoperte da dirigente, fino risultati sportivi conseguiti come Presidente della Federazione Italiana Nuoto - 21 medaglie olimpiche, 130 mondiali, 386 europee.

 

In allegato, il dettaglio del manifesto di Paolo Barelli (in inglese)Clicca qui per l'allegato

 

moscarella@swimbiz.it