Federico Fabretti, un comunicatore con la passione della vasca

Il commento di Swimbiz: "Dividersi tra il lavoro ed il resto non è facile, ma quando posso stacco tutto e vado in piscina"

Trovare spazio per il nuoto non deve essere facile se si gestisce un ruolo importante come quello di responsabile per le relazioni esterne di Trenitalia, ma  per Federico Fabretti la passione per l'acqua è qualcosa a cui non si può rinunciare.
Di giorno ci sono gli impegni lavorativi,  ma appena ha la possibilità, Federico infila costume e cuffia e scende in vasca con i suoi compagni del Flaminio. In vasca ad Ostia per i 50 metri stile, Fabretti ha raccontato a noi di Swimbiz la sua passione per l'acqua e i grossi salti di qualità fatti dal nuoto master negli ultimi anni. "E' una cosa che avevo sin da piccolo - conferma Federico- mio padre nuotava ed io ho iniziiato a giocare a pallanuoto. Adesso continuo la mia passione nuotando nel circuito Master insieme al Flaminio. Negli ultimi anni questo movimento è cresciuto in maniera esponenziale, e questo è fondamentale per invoiare le persone a tornare a tuffarsi in vasca. La cosa più importante - continua il dirigente- è che adesso ti senti parte di un circuito dove trovi sia dal campione che ha da poco lasciato il professionismo, al signore che nuota per passione o al 25 enne che, con i suoi tempi, ti stimola a fare sempre meglio. Anche dal punto di vista organizzativo il livello è cresciuto altamente. Tutto è migliorabile, anche se credo che più di così sia difficile."
Gestire la comunicazione di una azienda come Trenitalia e trovare spazio per il nuoto non è facile, ma la passione a volte è più forte e capita di saltare il pranzo per riuscire a scendere in vasca.
"in questi ultimi giorni non sono mai riuscito a nuotare, praticamente oggi è la prima volta che torno in acqua da due settimane. Comunque sono riuscito a nuotare i 50 stile in 32"75 e va bene così. Quello che mi sento di dire a tutti - termina Fabretti - è di tornare a nuotare."
Paolo Pizzi-swimbiz