Ferro e Cerruti aprono le danze

Linda Cerruti e Costanza Ferro

Copyright foto: Getty Images

Un vero castello delle fiabe,il Vajdahunyad, fa da sfondo alle gare di nuoto sincronizzato ai Mondiali di Budapest, nell'immenso parco cittadino di Városliget. Per l'Italia, è Linda Cerruti a segnare l'inizio della spedizione iridata, che accede alla finale del solo tecnico migliorandosi rispetto a due anni. Sia nel punteggio (87.8975), sia nella posizione temporanea, 5° dietro al Canada, classico spartiacque e punto di riferimento per l'Itasynchro. Anche nel doppio tecnico, dove la stessa Linda CerrutiCostanza Ferro chiudono i preliminari, sulle immortali note de L'estate di Antonio Vivaldi. Il punteggio non sembra, però, soddisfarle del tutto, come ammettono a fine gara attraverso il sito Fin.

Un'esperienza internazionale già impressionante per le due pur giovani azzurre, volute come doppiste dal Ct della nazionale Patrizia Giallombardo e cresciute notevolmente nello scorso quadriennio. L'obiettivo a breve termine è riuscire ad avvicinare o persino superare le canadesi, per poter pianificare in futuro il possibile 'attacco' alle nazionai da zona podio.

moscarella@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram