Francia, le Olimpiadi dei regolamenti di conti

Yannick Agnel in conferenza stampa a Rio 2016

Copyright foto: dppi media

Per il nuoto francese, la due giorni di World Cup a Chartres segna il ritorno alla normalità. Alle Olimpiadi, il clima era simile all’O.K. Corral del nuoto italiano ai Giochi di Londra 2012(leggi qui l’editoriale):

  • Yannick Agnel assente nella 4x200, ufficialmente per problemi di salute. Ma Jordan Pothain, che per lui già rinunciò ai 200 dopo le polemiche dei campionati francesi(leggi qui) , lo accusa di averli abbandonati e lo chiama disonesto.
  • Agnel, parlando in conferenza stampa come prassi nello sport professionistico, replica che avrebbe fatto la staffetta se il medico l’avesse autorizzato.
  • S’inserisce l’ex olimpionico Alain Bernard che, in un’intervista a 20 Minutes e poi supportato da Laure Manaudou, contesta il Direttore Tecnico Jacques Favre per aver lasciato Agnel solo, per 30 minuti, in conferenza stampa e l’elasticità della Federazione sui criteri di selezione.

Su Agnel, va ricordato che il suo attuale allenatore, Lionel Horter, è l'ex Dt del nuoto francese. Sostituito proprio da Jacques Favre. Sulle modalità di selezione nazionale, a Swimbiz.it Bernard aveva auspicato che i duri criteri portassero a una nazionale piccola, ma competitiva(leggi qui). Finita, invece, per allargarsi tramite ripescaggi.

Romain Barnier durissimo in conferenza stampa, a Rio 2016 (L'Equipe)
Romain Barnier durissimo in conferenza stampa, a Rio 2016 (L'Equipe)
  • La replica, sempre in conferenza stampa, è dell’Allenatore Capo Romain Barnier. Durissima. “Sarei stato estremamente deluso se un atleta di cui ho avuto la responsabilità avesse agito così. Ci tenevo a dirtelo davanti a un parterre di tuoi colleghie non parla dei nuotatori, ma dei giornalisti. Bernard da tre anni è commentatore per Eurosport e Barnier gli rinfaccia di conoscere bene il “Gioco mediatico” dichiarando di non considerarlo più parte della stessa famiglia del nuoto.

 

La 4x100 stile francese a Pechino 2008 (Afp)
La 4x100 stile francese a Pechino 2008 (Afp)

Non è un caso che L’Equipe abbia parlato di “Règlement des comptes” a Rio. A Pechino 2008, proprio Alain Bernard fu attaccato dai suoi compagni della 4x100 stile, ‘reo’ di aver vinto l’oro nei 100 individuali dopo essere stato superato in staffetta dall’americano Jason Lezak. Ma la vera rivalità era tra i tecnici. Bernard si era trasferito ad Antibes col suo allenatore Denis Auguin, dopo che questi accusò un giovane tecnico di avergli ‘soffiato il posto’ a Marsiglia (quartier generale dei velocisti francesi): era Romain Barnier.

moscarella@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram