Grand Prix Charlotte: Ervin protagonista, fantasma Lochte

ervin.jpg

Finisce con le ultime due giornate in grande stile il Grand Prix Arena di Charlotte. Protagonista assoluta della scena, lo sprinter Anthony Ervin, vincitore di una splendida doppietta 50-100 stile libero. Nei 50, dove era attesa la sfida con il padrone di casa Cullen Jones, ha vinto col tempo di 22”01, solo terzo lo sfidante. Piazza d’onore per il brasiliano Cherigini con 22”09. Nei 100, invece, si impone con un “normale 49”14”, così come ci scrive il nostro corrispondente e coach dello staff della Usa Swimming, Gianluca Alberani. Oltre ad Ervin, protagonisti delle sessioni finali di gara i due “ragazzini terribili” che avevano positivamente impressionato nelle prime giornate, Schooling e Kalisz: il primo, proveniente da Singapore, si è imposto nei 200 farfalla con il tempo di 1’57”79, mentre Kalisz ha conquistato i 200 misti – proprio davanti a Schooling – in 1’59”66. Gradino più basso del podio per l’atleta più atteso, Ryan Lochte, primo al passaggio dei 100, ma rimontato nel finale,chiudendo con un modesto 2’01”56. Il campionissimo americano ha deluso le aspettative anche nei 200 dorso (terzo anche qui), dove ha vinto il giovane Ryan Murphy (1’59”93). Tra le ragazze, da sottolineare le prestazioni di Chloe Sutton negli 800 stile libero (8’25”88) e di Jessica Hardy nei 50 stile libero (25”09). Chiusa la tappa di Charlotte, il prossimo appuntamento del circuito Grand Prix sarà a fine mese a Santa Clara in California e sarà l’ultima prova prima dei Trials di Indianapolis (in programma dal 25 al 29 giugno) validi per la qualificazione ai Mondiali di Barcellona. 
 
petrocelli@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram