La Grande Scommessa: il duo Greg-Horton visto da chi lo allena

Il commento di Swimbiz: Gli allenamenti in coppia tra Gregorio Paltrinieri e Mack Horton incuriosiscono anche all’estero. E stavolta a parlare è Craig Jackson, tecnico dell’australiano.

Craig Jackson e Mack Horton (Getty)

“Facciamo una media di 65 km a settimana. La più pesante arriva tra i 75 e 80 circa, ma non così spesso. Sono oltre dieci sessioni. Penso che la sua media sia di 80 km o più” riferimento a Gregorio Paltrinieri, nell’intervista di Craig Jackson, tecnico sudafricano trapiantato in Australia, al sito americano SwimSwam. Un esempio delle differenze, nonostante il terreno comune dei 1500 m stile libero, tra Mack Horton - allievo di Jackson – e il campione olimpico azzurro, temporaneo compagno d’allenamento. Altra differenza, oltre al fisico, è che Horton si divide tra distanza massima e 400 stile, e finora è quest’ultima ad avergli dato maggiori soddisfazioni. L'incontro con Greg dovrebbe giovare, nella speranze del tecnico, a frequenza e ampiezza di bracciata dell'australiano. Inoltre “Ci sono sempre stati un paio di atleti in grado di stimolare Mack nel lavoro su 200 e 400, ma non nelle distanze lunghe” e l’arrivo del numero uno al mondo nei 1500 stile è, ça va sans dire, il miglior stimolo a migliorare.

E per Paltrinieri? “Puoi potenziare la sua efficienza e presa sull’acqua, ma il modo in cui nuota ha funzionato bene per lui”. Uno stile frutto delle sue doti naturali, messo a punto sotto la guida di Stefano Morini al Centro Federale di Ostia, tecnico e struttura ambiti dai millecinquecentisti di mezzo mondo(leggi qui). Uno stile eterodosso, come spiegato più volte da Ivo Ferretti, mentore del grande Battistelli e  uomo video della nazionale azzurra - che peraltro a Swimbiz.it ha fatto più volte notare come il vero problema di Greg non stia nelle virate, ma nell’uscita dalle virate, dai 5 ai 15 m– ma dannatamente efficace, come ammette lo stesso Jackson, che aggiunge “Sta tutto nel dargli giusto qualche competenza (skills n.d.t.) in più per aiutarlo ad andare oltre”.

 

 

Da sx Gabriele Detti, Stefano Morini, Gregorio Paltrinieri

Dalle parole di Craig Jackson, parrebbe sia più Horton ad aver da guadagnare dal lavoro in coppia. Situazione non certo nuova per Greg, abituato ad allenarsi con Gabriele Detti, bronzo olimpico dei 1500, campione iridato degli 800 e bronzo mondiale dei 400. Ma solo il tempo dirà se l’Australia, specie l’Australia attuale(leggi qui), ripagherà o no la scommessa. Christian Zicche, Direttore di Swimbiz, si espose già a fine giugno scorso(leggi l’editoriale) quando scrisse “Vasca vecchia fa sempre buon brodo - e tuttavia ricordò anche quanto contino gli stimoli e che – si possa cambiare sempre nella vita, legittimo in quella acquatica e sportiva”.

moscarella@swimbiz.it