Grigorishin (Energy Standard) a Swimbiz: potenzialmente il nuoto è un grande mercato (se si sdoppia)

Konstantin Grigorishin, magnate di Energy Standard

Copyright foto: Swimbiz.it

Energy Standard Trophy
Energy for swim , champions for charity
Press Conference
Stadio del Nuoto, Roma, Italy
Jun 23, 2017
Photo © Giorgio Scala/Deepbluemedia/Insidefoto

Al Settecolli si guarda già avanti, verso un altro meeting internazionale che sarà ospitato allo Stadio del Nuoto l'8 e 9 agosto: l’Energy for Swim(leggi qui). Big internazionali, ma anche tanta solidarietà: gara a squadre, chi fa più punti garantirà più fondi a una specifica onlus. “Ci saranno sfide che non potrete vedere ai Mondiali, come Sjostrom-Pellegrini nei 200 stile, perché è una gara che Sarah Sjostrom non nuota più – anticipa Andrea Di Nino di Energy Standard – e ci sarà una sorpresa, qualcuno che non vi aspettereste nei 100 stile. Il suo nome sarà svelato più avanti”.

Meeting che parte da lontano, dall’Ucraina e dalla Russia di Energy Standard, club internazionale di nuoto oltre che azienda del settore energetico, col trait d’union costituito dal magnate Konstantin Grigorishin. Avvicinatosi al nuoto da triatleta amatoriale, creò una struttura di supporto attorno al figlio nuotatore “Poi il Presidente della federnuoto ucraina mi propose di creare un club”. Da imprenditore “Penso che potenzialmente il nuoto sia un grande mercato - commenta a Swimbiz.it – ma oggi non è buiness-oriented. Penso che dovrebbe sdoppiarsi. Sport individuale, costituito come di consueto da Olimpiadi, Mondiali ecc e sport di club”. Essendo sport fortemente individuale e legato alle nazionali “Non c’è grande competizione tra club il miglior stimolo per tifo organizzato e marketing di società.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram