Ian Thorpe ricoverato in ospedale

ian.jpg

Copyright foto: getty images

Undici settembre 2001, l’attentato alle Twin Towers di New York. Uno shock mondiale, ma soprattutto per Ian Thorpe, il Thorpedo, la leggenda australiana che, improvvisamente, sparì senza lasciare tracce; qualcuno suggerì che soffrisse di depressione. Depressione e abuso d’alcool sono ora le cause, per i media australiani, del ricovero in ospedale di mercoledì notte dell’ex oro olimpico e mondiale. Una vita in fuga, in acqua o dalla stampa, come quando agli Assoluti di Riccione sfuggì ai giornalisti australiani, solo per finire tra i colleghi italiani. E in fuga dai suoi problemi personali, almeno fino a oggi, commentano i suoi parenti, che al Herald Sun si dicono felici di questo suo primo passo verso la guarigione.
moscarella@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram