Il Giubileo Acquatico

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Paralleli di criteria acquatici, mentre parte la world cup a Mosca. E il nuoto non si ferma mai, acqua nell'acqua, luci della ribalta che non si spengono nemmeno sotto un acquazzone.

Copyright foto: Swimbiz.it

Di circus in circus, chiuso Kazan (indoor, infatti) all’aperto del Foro Italico. Mentre PaltriGreg il moscovita se la nuota in coppa, scioltezza, sesto a trecinquantunocinquantanove - più lungo scriverlo che nuotarlo così un quattrocento - qui scroscia acqua. Improvvisa, il cielo si oscura in un battibaleno, le luci si accendono. Sembra per un flash un quasi in notturna, come sarebbe bello il nuoto sotto le luci di Roma. Acqua nell’acqua canterebbe sor Baglioni, uno che musicalmente si è fatto due mondiali così. Criteria annaffiati dalla bombetta gocciolante a cronometro, non facciamoci mancare nulla, nemmeno i nuotatori sotto il diluvio, Dett(o)i fatto, è tempone per il Paltrigemello. Ci pensa il biondo Max a stemperare il cielo rabbioso, giubileo acquatico tanti sono i presenti. Rosolino bagnato, criteria fortunati. Il premiatore olimpico porta bene e mentre asciuga l’ultimo dei boccoli suoi biondi, tutto si riapre e riparte. Fino a giovedì sarà passerella per pochi, gara vera per tanti. In nuoto che non si ferma mai, mentre Ruffini se ne va in passerella televisiva. In fondo non basta un acquazzone a spegnere le luci di questo lunghissimo circus acquatico di mezza estate. Buon nuoto a tutti.
 
zicche@swimbiz.it