Il meglio di Megli

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
La finale che non ti immaginavi, è più bella perché…

Ò bischeri, alzi la mano chi pensava in una cosa così. Lui ci ha messo mano, braccio, cuffia, occhialini, sorriso, passione, grinta: un concentrato del meglio Filippo fiorentino Megli. E’ la storia che non ti aspetti condivisa con amici miei, Zazzeri e soci. Anche se non ci credevi fino in fondo ai duecento stile libero. Ma poi sali con lui metro dopo metro, ti rendi conto che mai dire mai, mai dire Megli senza pensare al record e alla finalona. Quello italiano, il primato, vecchio di gomma. Quella gomma dei costumi che non erano veramente ciò che intendiamo come concetto di costume, ma device facilitatori di record . Così Filippo se la sorride, se la canta e se la nuota, la finale che sarà. Ci credevamo in pochi, è vero. Io poi, mi sono scommesso due caffè sulla sua classe, che mi sono bevuto di gran passione e gioia. L’ora del caffè italiano, per l’apero aspettiamo la finale…

zicche@swimbiz.it