Il Santo – The Saint

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Un Santo acquatico è in arrivo, non solo per la nazionale…

E’ arrivato a Bressanone in gara, quasi un ideale attraversamento di frontiera per partire di azzurro nell’italico nuoto. E’ arrivato finalmente il Santo del nuoto italiano, o è lì da venire perché l’iter della naturalizzazione è ancora in pieno svolgimento, fase iniziale di un percorso che già negli nostri italici spogliatoi crea gli evidenti eccitamenti da quel che potrebbe capitare da qui a poco. Vorrei ben vedere il contrario, perché il ragazzone che nuota da Dio i numeri li ha, oltre che l’origine de noantri. Pronti con l’oriundo Santo Condorelli quindi, un jolly - meglio un santino, visto il nome - dal valore potenzialmente esplosivo se inserito nel pieno corso trasformante della velocità azzurra. E non solo, Santo Condorelli Italia team farebbe felici in tanti oltre il giro internazionale: certo chi crede che l’Italia stia preparando una corazzata a stile veloce (come noi, basti vedere il full immersion sui magnifici della velocità di questo mese su Swimbiz.it(leggi qui)) e chi vede nel movimento societario le vere novità.

Il Santo potrebbe rilanciare al caso di molto le velleità dell’Aurelia, la stessa società che ha visto partire nel percorso contrario Italia-Usa D’Arrigo) infiammando il parterre romano e nazionale da tanto tempo al traino di Aniene monomarcia o giù di lì. Poi sarebbe il costume (per non dire la panchina) che Claudio Rossetto - tecnico che nei desiderata dovrebbe allenare il Santo - aspetta da tempo per ricavalcare le glorie mondiali di Magnini, ferme ai box da undici anni. Ingredienti da mescolare e sapientemente gestire: un Santo in vasca non ti capita tutti i momenti, anche se poi Swimbiz.it da tempo consigliava(leggi qui) gli oriundi veloci in giro per il mondo…

zicche@swimbiz.it