Il Senatore, l’Avvocato e il Vice: si apre la sfida all’Ok Corral

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
 Domani chiude il termine, alle ore 20, per la candidatura alle elezioni Federali: Barelli, Quadri e Colica i tre sfidanti alla poltrona Fin

 Il Senatore ,l’avvocato e il vice. Tre candidati  all’Ok Corral per una poltrona, quella di presidente federale FIN. Domani, lunedi 24 settembre ,il banco elettivo si chiude, ore 20.Con la campanella che suona la fine e l’inizio:chiuso , sbarrato, e che sia battaglia. Perché vinca il migliore, così almeno dovrebbe essere in una consultazione politica-sportiva. Ma salvo ultime ora, i candidati saranno loro, allineati e coperti e sfida sarà. Paolo Barelli, senatore e attuale presidente. E gli sfidanti: Giorgio Quadri,romano, avvocato, ex azzurro del nuoto, che dal paginone facebook(555 mi piace) esce con il suo bel faccione-occhi azzurri, è stato un sex symbol ai suoi tempi-con una “sponsorizzata” in zona home. Contenuti? Un po’ da “rottamatore” della vasca: molti e interessanti, riassumibili in un generico “Per un rinnovamento del movimento”. Ci riproporremo, caro avvocato, di sentirla nel proposito, oltre la lettura del suo sito elettorale.In una sicura par condicio di tutti e tre gli sfidanti.Su questo Swimbiz sarà in prima fila, perché a noi, come a tutti ,il futuro del nuoto nel prossimo quadriennio sta a cuore. Intanto Quadri ufficializzerà la sua squadra e a giorni – fonti a lui vicine indicano il 26 prossimo- usciranno probabilmente i nomi di Marcello Guarducci e Daniele Masala. Mentre i Quadri-boys si danno un gran da fare per costruire l’alternativa e hanno già coniato lo slogan “non succede, ma se succede..”  e nel proposito tra i mi piace facebokkiani parecchie ex azzurre, Amadori, Marangoni , Talpo - e non è forse solo per il fascino dell’ex azzurro- il Vice si muove lesto. Il Vice è l’appunto vice, e in carica, presidente Fin Paolo Colica. Che da tempo se ne sta ormai solo soletto a meditare sulla via da intraprendere per il futuro, visto l’abisso di intenti che lo separa dal presidentissimo. Un outsider di lusso, che da tempo con i video casalinghi dice la sua affidando al web la diffusione del Colica pensiero. Paolo, il vice da non confondere con l’altro Paolo, ritiene di avere buone basi nel mondo della pallanuoto, che conosce molto bene e da cui proviene come formazione. Sarà della partita, non sogna nememno il “se succede” perché dei tre è il meno quotato(in termini di voti) ma può essere impegnativo. A lui le parcentuali fanno comodo, e sono di rottura. La fatidica soglia del 55%, soglia critica al quarto mandato sotto la quale il presidente uscente non può andare, apprezza anche i minimi di disturbo. Quindi capite perché Colica, magari con l’accento sulla o, può diventare guastafeste.Infine lui, il senatore. A cui tutti guardano per carpirne mosse e sensazioni,barelliani e non .Non scompone, abituato al veleggiamento a vista. Sorriso trentadue denti aspetta tutti sul filo di lana, che in precedenza è sempre, o quasi, stato bulgaro. Intanto si gode l’aspettativa e il bagno europeo sabato prossimo.Se non fosse che a Lisbona l’acqua è fredda, quella dell’oceano quantomeno, un sogno tuffistico magari lo prova. Sabato la Len lo elegge presidente europeo, e lì i bulgari, tra gli elettori, non possono avere il copyright.Barelli è l’unico candidato , fortemente voluto dall’assise europea. Almeno lì no sarà ok corral. Buone elezioni a tutti
 
 
 
zicche@swimbiz.it