Ilaria Reality Swim

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Tutto viaggia alla velocità del web in acqua, e i misti di Cusinato parrebbero essere in partenza...

Copyright foto: LaPresse

Di Ilaria Cusinato, azzurra talentuosa dei misti, abbiamo praticamente scritto tutto. Da quando arrivò a Ostia Centro Federale, con la grande idea di diventare la Musa ispiratrice di Stefano Morini. Da qui iniziò il personaggio Ilaria, controcorrente alle volte, eclettica come solo una fuoriclasse della corsia dovrebbe essere. Dalle citazioni e passioni linguistiche, alla gestione del personaggio che stava modificando l’assetto stesso dei misti azzurri al femminile. Poi, come spesso capita, è arrivata la separazione da un progetto (quello di Ostia) e dal vate Moro. E di questo abbiamo detto e ridetto, con ampia discrezionalità sulla nuota versione di Cusinato 2.0. Presa e allenata nella road to Tokyo olimpica da un coach americano, Shane Tusup, ex marito e allenatore di una grandissima come Katinka Hosszu. Un viaggio affascinante e stimolante a vederlo cosi, con futuribili mete allenanti che portavano addirittura a Los Angeles. E molto reality swim come va di moda di questi tempi acquatici, racconto fatto dal tecnico con video della lunga preparazione con in testa un sogno olimpico. Fino a ieri praticamente, quando dalla dichiarazione/statement di coach Tusup con un grigio sfondo you tube, qualcosa parrebbe essere cambiato. La Cusinato sembra sia ripiombata di nuovo in un reality swim i cui contorni la darebbero in partenza... To be continued, addirittura, e sempre forza Ilaria.

 

zicche@swimbiz.it