Intervista ad Alessia Filippi a tutto campo, tra Nuoto, politica, Roma e Giovanni Malagò

Il commento di Swimbiz:  Intervista in esclusiva per "Swimbiz" della Campionessa del Mondo dei 1500 di Roma 2009

Copyright foto: swimbiz

 "Il nuoto agonistico ancora non mi manca. Sto allenando dei bambini e sono sempre in acqua ma non sento ancora la mancanza delle gare. Sono sincera". Alessia Filippi è sempre uno dei nomi più amati del panorama natatorio, nonostante il recente ritiro. La Campionessa del mondo di Roma 2009 non ha abbandonato del tutto le piscine e si sta preparando per la prossima campagna elettorale, dove sarà candidata per la carica di consigliere municipale, in quota PD per l'Ottavo Municipio di Roma. "Mi debbo ricredere - ci dice Alessia al telefono- all'inizio non mi ci vedevo molto nel ruolo di allenatrice, proprio perché ho passato tanti anni da atleta e perciò d'altra parte, e invece ho dovuto cambiare idea. I bambini si divertono e visto che sono piccoli gli devi insegnare a "giocare". Mi piace molto e mi diverto". Alessia ci ha parlato della sua chance politica: "Debbo ringraziare molto Patrizia Prestipino (ex Assessore allo sport per la provincia di Roma e candidata quale prossimo Sindaco della Capitale), ho chiesto consiglio a lei e lei mi ha supportato. E' una cara amica. Vorrei fare delle esperienze nuove e vedremo come andrà. Ero più emozionata in gara, comunque- ci dice ridendo- però è un'esperienza che voglio vivere in maniera serena, senza troppe tensioni, come invece ti può accadere in gara". La Filippi non ha perso di vista la Nazionale azzurra: " Fabio Scozzoli e Ilaria Bianchi hanno fatto grandi cose. Se sei nella Nazionale italiana sei per forza di cose un campione. Io punto molto anche  su Luca Dotto, che reputo fortissimo. Io, sono sempre dalla loro parte- dice Alessia- Sono italiana e amo la maglia azzurra e perciò hanno sempre il mio sostegno".  Parlando del cambiamento al vertice del Coni, la Filippi non nasconde la propria gioia per l'avvento di Giovanni Malagò: "Io sono convinta che farà delle cose che non sono mai state fatte finora. Giovanni- dice Alessia- è un grande amante dello sport. Lo erano anche nella precedente gestione ovviamente, ma lui è veramente speciale. Lui mi ha saputo indicare le persone giuste per guarire dai miei problemi fisici, come ad esempio il Professor Alessandro Castagna. Malagò è l'uomo giusto per lo sport italiano e sono veramente felice". Alessia non si dimentica della sua passione per la Roma e  l'affetto per il capitano dei Giallorossi, Francesco Totti: "Il mio cuore batte sempre per i colori giallorossi. La domenica sono sempre a tifare per la Roma. Francesco è sempre un campione. E' un ragazzo di 36 anni, ma è in una forma fisica meravigliosa. La testa fa molto. Lui si rende conto di quanto è forte. Nella sua maturità sportiva, percepisce cose che magari da giovane ti possono sfuggire". Alessia ha anche inviato il suo saluto a 2 altre campionesse vanto dell'Italia, ovvero le Fiorettiste d'oro a Londra, Valentina Vezzali e Ilaria Salvatori: "Sono due atlete fantastiche. Vale è un simbolo dello sport azzurro, come Ilaria. Campionesse che hanno fatto tanti sacrifici per giungere dove sono arrivate. Valentina io l'adoro. Ilaria è una persona stupenda.  Non mi dimenticherò mai alle Olimpiade di Pechino dove festeggiammo insieme il mio argento sugli 800 metri e il loro bronzo nel fioretto a squadre. 2 carissime persone". In conclusione un ricordo di Pietro Mennea:"L'ho conosciuto lo scorso anno, ad una trasmissione televisiva. Un grande campione un simbolo dello sport italiano. E' stata una terribile notizia apprendere della sua morte" ha concluso Alessia, con la voce velata dalla commozione. Una campionessa anche nella vita di tutti i giorni.
 
guarnieri@swimbiz.it