Italia a frutto misto, è l’Europeo azzurro

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Chiude Londra col prefisso acquatico 575, vediamoci a Roma internazionali di nuoto.

Copyright foto: Swimbiz.it

Avete mai provato un giro di piscina a forza mista? Cento metri per ogni specialità: farfalla e ti pare di volare, dorso e respiri ma non capisci dove stanno gli altri, rana e inforchi la visione totale di quello che ti aspetta correndo per il podio a tutta velocità successiva a stile libero. Ecco un quattrocento a frutto misto ha bisogno di tutto, quasi un girone dantesco acquatico par di vedere dall’alto, e oggi nel giro(ne) il dottor Turrini da Livorno è splendido nell’interpretare e interpretarsi  a tutto bronzo. Bene e visto che siamo del tema, scorrazziamo le praterie argentee con lo stesso spartito ma diviso per quattro al femminile. Le ragazze azzurre sono fantastiche (ZofkovaCarraro, Bianchi e Ferraioli) e storiche - mentre Pellegrini vola a casa a Verona nel pomeriggio - tutte con il loro spartito stilistico personale, che porta il pallottoliere medagliato al prefisso 575, che sono cinque ori, sette argenti, e cinque bronzi. I maschietti della medesima staffetta inciampano nella squalifica, nessuno è perfetto nemmeno nella foga di Luca Dotto che vola via un momento prima. Ma il momento azzurro di questa settimana europea è bellissimo. Adesso tutti pronti al, diciamolo all’inglese per salutare  Londra, Seven Hill di Roma tra un mese, che poi è il nostro bellissimo Settecolli Internazionali di nuoto. Siamo bellissimi come dice Zalone, frutto misto di passione acquatica azzurra.

zicche@swimbiz.it