La cura del tortellino

Il commento di Swimbiz: Bologna polo d’attrazione per velocisti (e artisti). Talenti lanciati o rigenerati e un clima teso alla collaborazione, fino all'ipotesi di una grande Bologna Nuoto.

Copyright foto: azzurra91

Bologna ha qualcosa di magico per gli agonisti. Quanti calciatori sono ‘resuscitati’ nel capoluogo emiliano, da Beppe Signori a Roberto Baggio, fino a Marco Di Vaio “E così accade anche per i nuotatori. All’Azzurra91, dopo Mirco DI Tora, abbiamo lanciato o rigenerato molti talenti. E’ la cura del tortellino” spiega a Swimbiz Giovanni Toma, Vice Presidente della società. Fuor di metafora “In questi anni è stata fondamentale, per gli atleti, la convivialità: abitare assieme e vivere insieme anche i momenti al di fuori dell’allenamento”. E l’ambiente socializzante attrae anche oltre il nuoto “Il pop artist Willow ha realizzato per noi una cuffia speciale(foto): un disegno astratto, legato all’acqua”. Il motto della società è ‘Pochi, ma buoni‘ “Siamo una realtà piccola, ma è anche la nostra forza: il tecnico Fabrizio Bastelli fa un ottimo lavoro e abbiamo una struttura esile – ma forse sarebbe più corretto definirla ‘essenziale’ – in cui ognuno è super specializzato, senza pestarsi i piedi a vicenda” un esempio che richiama il tema del nuoto manageriale(guarda il video). I problemi sono nell’impiantistica “Noi non abbiamo una piscina nostra – e da anni si trascinano le tormentate vicende legate allo Sterlino(leggi qui) – si regge a forza di nastro isolante e fil di ferro, ma il ritorno alla vecchia gestione, 2000 Service, dovrebbe rasserenare gli animi. La speranza è lo Stadio del Nuoto che dovrebbe essere completato nell’autunno-inverno 2015”. Per sua fortuna, l’Azzurra si appoggia a una galassia di società, e collabora anche col Circolo Nuoto Uisp, la più importante realtà di Bologna “Marco Orsi sarà ospite lunedì alla presentazione della nostra nuova stagione. E non escludo che in futuro ci si possa coalizzare in una sorta di Bologna Nuoto”. Intanto, la città è già polo d’attrazione per velocisti: l’Azzurra conta, tra gli altri, Di Tora, Bianchi, Leonardi, Pizzamiglio, Barbieri e, da quest’anno, anche Pesce; alla Uisp, Bocchia ha raggiunto Orsi(leggi qui). E’ la magia di Bologna, è la cura del tortellino.
 
moscarella@swimbiz.it