La perfezione di Tania

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Tre metri di bronzo, è la sublime Tania Cagnotto.

Copyright foto: Getty Images

Tre, il numero perfetto. Il trampolino, la distanza dall’acqua, tre metri sopra un sogno, quello di Tania Cagnotto. Il bronzo, quel terzo posto preso col tuffo perfetto, quello finale, quello che rilascia vibrazioni uniche, come una corda di violino tesa che improvvisamente rilascia in tutta la sua potenza nella perfezione del suono che esce da quel tuffo. Suono, sublime in quel silenzio che si apre nell’attesa, la tavola che si rilascia, l’attimo del volo, un’eternità compressa in meno di un secondo. Poi, il blu che si distende, che accoglie la perfezione piena di bollicine, la profondità da cui riemerge il fiato in cui tutti ci siamo trattenuti . E’ un attimo, l’attimo fuggente della delizia tuffistica, che è quella di Tania, la nostra unica e irripetibile Cagnotto. Sopra il podio, nel cerchio olimpico della perfezione di Tania.

zicche@swimbiz.it