La più bella medaglia della Cina: quella dell’umanità

Il commento di Swimbiz: Dopo la gara del bronzo olimpico di Tania Cagnotto, una proposta di matrimonio dalla nazione, forse, più inaspettata.

Copyright foto: Rai Sport

La commozione di He Zi
La commozione di He Zi (Rai Sport)

Uno spettacolo nello spettacolo, un siparietto nel giorno del trionfo di Tana Cagnotto, Bronzo Olimpico a Rio 2016 nella gara da 3 m(leggi qui). Premiazioni, l'azzurra scende dal podio insieme alle cinesi Shi Tingamo ed He Zi. Quest'ultima, all'improvviso, è avvicinata dal compagno di nazionale Qin Kai "Cosa ci fa qui?" si chiedono in diretta Rai Stefano Bizzotto  e Oscar Bertone. Tutto si fa chiaro: anello, il tuffatore in ginocchio, è una proposta di matrimonio olimpica e in diretta mondale. He zi dalla composta dignità persino nel momento di commozione suprema, quando una lacrima le corre sul viso. Un cenno col capo, universale in ogni lingua: è sì. E l'abbraccio con le altre trampoliniste, compresa la prossima sposa Tania. Finalmente un gesto di pura, sincera unione olimpica si vede a Rio 2016. E la nostra visione dell'atleta cinese quadrato e 'robotizzato' sfuma in una dichiarazione all'occidentale. L'unica medaglia che ancora non avevano vinto nei tuffi: quella all'umanità.

moscarella@swimbiz.it