La smuragliata cinese

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
A fare l'analisi olimpica della gara più lunga della piscina escono fuori rebus aperti. E il bar sport si trasferisce in vasca...

Copyright foto: Swimbiz.it

IMG-20160726-WA0001

Chiacchere e previsioni. Un po’ da bar, un po’ da spiaggia, visto il periodo. Indossate il costumino, voi che potete, e rinfrescatevi le idee ammollo. Leggo il primo titolo che mi capita a furor di cuffia “Le bracciate più attese ” che è poi tutto un programma sull’equazione olimpica delle medaglie in rapporto alle discipline, ergo ormai per tanti operatori della penna, acquatica vista la situazione, l’acqua è già determinante nel peso di un ipotetico quanto speranzoso rapporto con i podi. Sarà che ci siamo cullati in questi quattro anni di trionfi europei e mondiali, adesso arriva la bellissima Italnuoto dei sogni a spalancare per tutti la piscina di Rio: pesiamo Gregorio Paltrinieri, fuoriclasse assoluto, e il suo mulinare impetuoso. La sua sfida (già celebrata da Sfide di Rai 3) richiama il cinesone di tutte le bracciate, che da quel dì di Kazan manca all’appello. Smuragliato da fatti extra vasca(leggi qui), si è più sentito che visto lo stellare Sun Young, che alla traduzione vecchia maniera per noi sarebbe Giovinezza Solare. Giovinezza Solare che esordirà nei quattrocento la prima giornata, poi si gusterà un duecento con più di una muraglia qua e là, e poi? Poi poi arriverà ai 1500 dove non si è più visto. Hai voglia a favoleggiare col tecnico di turno su quello che combinerà, anche noi abbiamo il nostro personalissimo Bar Sport. Opzioni possibili:

  • si spaventerà del Paltri imperioso pre finale e stanco del repertorio precedente nuotato alla finale preferirà un mojito in spiaggia a Copacabana. Aspettando di allenarsi a Ostia richiedente asilo con Stefano Morini per le prossime primavere
  • Non si smutanderà più di tanto per l’accesso alla lunga acquatica, ma poi sentito profumo di 1500 proibito in finale volerà oltre ogni muraglia della velocità di braccia e gambe mai vista prima (soprattutto con una chiusura modello motoscafo) dejà vu a Londra 2012 e Barcellona 2013. Record del mondo?
  • Si trasformerà in un normal Sun alle prese con un pokémon Paltri troppo difficile da accalappiare dopo lunga sfida all’inseguimento, passaggio di glorie

A voi la situazione, e scusatemi se mi è partito il pokémon, e non abbiamo contato gli altri finali nella sfida a due. A proposito, ma i pokémon sulla muraglia cinese li avranno già avvistati?

zicche@swimbiz.it