L’Assoluto dubbio

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche

Il commento del direttore: Un Assoluto di nuoto alle porte, che sarà?

Copyright foto: Deepbluemedia

Premetto che non sono un virologo e nemmeno un epidemiologo. Sono un semplice giornalista specializzato, punto. E che non mi voglio, e non ci vogliamo noi di Swimbiz.it, unire alla già allarmata comunicazione di questo coronavirus che ha stravolto il concetto stesso di pratica sportiva. L’ho detto poco tempo fa in una trasmissione radiofonica, intervistato dal collega Max Cannalire di Radio Cusano. Lo sport deve fronteggiare un’emergenza, quella del Covid19. Emergenza che stravolge anche la comunità sportiva. Condivisione e vicinanza, competizione e tifo. Tutto cambia, adesso per battere il bastardo nemico devi cambiare le condizioni per competere. A porte chiuse, ci hanno indicato.

Già, ma l’assoluto dubbio mi assale. Premetto che, come tutti, spero in un ritorno alla normalità in tempi accettabili, ma so e sappiamo che i tempi non saranno proprio quelli. Situazione fluida, dove occorre fare squadra, come noi del nuoto sappiamo da tempo fare. Ora svolgere un assoluto così importante tra poco a Riccione - seppur a porte chiuse - impone una riflessione che non penso di essere l’unico a fare: centinaia di atleti senza pubblico che si sfidano dentro il sacro tempio della qualifica olimpica, non sono essi stessi pubblico? Vicini, seppur nella distanza della vasca, numerosi quantomeno per essere esposti al pericolo di una possibile quarantena se mai “il bastardo” si affacciasse. Chi carica giorni e mesi di preparazione ben capisce che scaricare questo dubbio ora è ragionevole. Buona acqua a tutti, anche in questo momento. Soprattutto ora.

zicche@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram