Le analisi del Moro

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Si ritorna in acqua al Centro Federale. Un po' di movimenti della prima ora...

Formazione tipo.

Cinque, numero (quasi) perfetto: Stefano Morini riparte per ora dal Centro Federale e apre ufficialmente la stagione del super polo di Ostia dopo un suo personalissimo europeo up & down. Presenti al meglio di una nuova stagione alle porte: Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti (il nipote) recuperato di spalla, Ilaria Cusinato, Mattia Zuin, Domenico Acerenza. In partenza, il mistista Glessi, che della argentea europea Cusinato era quasi diventato l’agente allenante ai quattro stili, non pervenuta invece la promessa Giorgia Romei, attesa già a luglio, ma rinunciataria all’ultimo per questioni logistiche. Analisi del Moro per il gruppo finale che potrebbe prevedere l’arrivo, oltre della Tettamanzi, di quel cavallo di razza che corrisponde al nome di Proietti Colonna (Aurelia), colonnina della quattro per duecento stile. Quindi alla fine sette, quasi uno per corsia. Un’analisi di qualità in attesa del collegiale di Livigno - tre settimane a partire dalla prossima settimana - mentre giovedì dopodomani super Greg s’imbarca con il team manager “Toco” Rubaudo in direzione Cina delle acque libere. Dieci chilometri in un bacino interno, mentre Morini causa passaporto scaduto e non grande attrazione per le distanze otre il chilometro e mezzo la Cina la penserà solo per il mondiale in corta a novembre.

E lo spogliatoio? Possibili arrivi in casa Aniene di Sabbioni e Di Cola, mentre ha detto arrivederci alla città eterna Rivolta, seguito dalla Scarcella, tutti e due da Gianni Leoni. Buon inizio di stagione a tutti, e a proposito di Coppa del Mondo in corso, avete visto che ri-forma Katinka Hozzsu, tutta gare e linea? La prova costume al contrario, dopo un’ estate meno smagliante del solito. Sotto quel costume batte un cuore da battagliera acquatica. Il nuoto non si ferma mai, questa è l’analisi, anche se un po' più di pubblico non guasterebbe al gran tour della coppa del mondo. Marketing e sviluppo della manifestazione da rivedere, se no alla fine sono più interessanti i campionati Uisp, che hanno certamente ad oggi un seguito maggiore.

zicche@swimbiz.it